Tarsu

14 Febbraio 2020

enza

Norme e Decreti

0

Cinque anni è il termine di decadenza

Chiunque occupi appartamenti o locali adibiti a qualsiasi uso, domestico e non, sia che si tratti di proprietario che di affittuario, è tenuto a pagare la tassa rifiuti solidi urbani.  (CTR di Caltanissetta (sentenza n. 832 del 21 ottobre 2019).

Secondo i giudici, la Tarsu si applica il termine breve di prescrizione che è quella quinquennale (art. 2948, del Cc.), essendo la Tarsu tributo locale strutturato con prestazioni periodiche, in quanto l’utente è tenuto al suo pagamento in relazione al prolungarsi, sul piano temporale, della prestazione erogata dall’Ente impositore, senza che sia necessario per ogni singolo periodo contributivo un riesame dell’esistenza dei presupposti impositivi. Inoltre, in ordine alla decorrenza del termine quinquennale di legge occorre differenziare il caso in cui la detenzione o occupazione dei locali è in corso fin dall’inizio del periodo di imposta e, comunque, prima del 20 gennaio, dal caso in cui tale situazione si sia verificata in epoca successiva atteso che nel primo caso, il termine di decadenza decorre dall’anno corrente, mentre nel secondo caso, dal 20 gennaio dell’anno successivo.

Post by Enza Di Marco

Comments are closed.